Home Back

07 giugno 2015

 

La valigia intergenerazionale

    Un viaggio nel design tra generazioni nei luoghi del progetto.
    Piano di azione per favorire la partecipazione attiva di nuovi pubblici attraverso una metodologia di fruizione condivisa

    Il progetto è il primo atto formale del circuito del design milanese formato da: Fondazione Franco Albini, Fondazione Achille Castiglioni, Fondazione Vico Magistretti, Fondazione Triennale Design Museum.
    Intende favorire l’accesso alla cultura del progetto e la partecipazione attiva del pubblico attraverso il coinvolgimento e la conseguente cooperazione di due differenti target: il pubblico preadolescenziale e adolescenziale, e la terza età.
    Articolato in 13 azioni, ha come obiettivo primario la formazione e la qualificazione del pubblico di riferimento con il fine di coinvolgerlo nel processo di fruizione consapevole e conseguentemente di eleggerlo a produttore di contenuti, al fine della miglior condivisione possibile.
    A partire dal problema condiviso della scarsa partecipazione pubblica alle attività culturali, la valigia intergenerazionale, mira a creare una nuova forma di consumo culturale che renda i cittadini protagonisti attivi del processo all’interno delle 4 istituzioni culturali coinvolte, lavorando sulla peculiarità del patrimonio conservato dai quattro musei.
    Un patrimonio, l’industrial design che, sia oggi che nel recente passato, è stato ed è protagonista delle vite di ognuno, poiché composto in buona parte da oggetti di uso comune e quotidiano, dunque ben conosciuti dalle generazioni messe a confronto.
    L’oggetto quotidiano viene usato come medium per far accedere il pubblico alla cultura del progetto e contestualmente, come strumento per rispondere al crescente bisogno di auto narrazione del pubblico dell’era digitale.
    L’Associazione Teatro degli Incontri è il partner che attraverso la sua comprovata esperienza di fusione tra cultura (teatro) e nuove forme di cittadinanza, favorirà l’incontro e il dialogo tra il patrimonio culturale e la popolazione.
    Con la collaborazione e supervisione dell’Università Milano Bicocca, dipartimento di Scienze della Formazione e il supporto tecnico e conoscitivo delle aziende che storicamente hanno contribuito alla nascita e alla diffusione dell’italian design.